" />

Miglior difesa e problemi societari... Arezzo provaci

"Salvatore Burrai a nome di tutti i suoi compagni ha voluto a fine match ringraziare pubblicamente i tifosi del Monza Club Libertà: "il gesto dei nostri tifosi del Monza Club (con la cui cassa hanno permesso alla squadra biancorossa di sostenere le spese della trasferta di Pordenone n.d.r.) vale veramente tanto. Si sono privati di venire qui per consentirci di giocare e noi tutti siamo orgogliosi di avere dei tifosi così. Speriamo che nei prossimi giorni la situazione societaria migliori."

Per presentare l'avversaria che domenica prossima ospiterà l'Arezzo, nulla di meglio che iniziare con le parole di un giocatore del Monza che evidenziano la crisi societaria profonda della società brianzola.

La società del fantomatico Anthony Emery Armstrong (nome altisonante, ma solo quello) ha le casse vuote, i giocatori hanno effettuato la messa in mora, ma il rischio che il club venga liquidato è, purtroppo, più che probabile.

Peculiarità nella storia del club è quella di non essere mai retrocesso tra i dilettanti ma non di essere neppure mai promosso in Serie A.

Le peripezie del Monza , nella storia recente, hanno inizio nel 2010 quando il club viene rilevato da una cordata capeggiata da alcuni ex giocatori noti quali Clarence Seedorf, Giuseppe Bergomi e Marco Ferrante. Presto si verificano però delle spaccature in società e sarà il solo Seedorf, tra le contestazioni della tifoseria, a reggere il timone del Club attraverso un nuovo CdA.

 Sul campo arriva la retrocessione, evitata poi a tavolino grazie alle esclusioni di Alessandria e Ravenna per implicazioni nel calcio-scommesse, ma la stagione successiva è di nuovo declassamento in Seconda Divisione, proprio nell’anno del centenario.

 Non migliora la situazione nemmeno con l’acquisto della società da parte dell’anglo-brasiliano Anthony Armstrong, contrassegnata con un’annata travagliata dal punto di vista societario e che aveva portato a ben sei punti di penalizzazione (senza i quali i biancorossi avrebbero ottenuto la promozione diretta). L’anno scorso il Monza si è ben comportato nella ruolette russa dell’ultima Seconda Divisione della storia, arrivando quarti e ottenendo l’accesso alla Lega Pro unica. Questa estate la campagna acquisti è stata faraonica, l'entusiasmo dei tifosi era salito alle stelle ma la situazione economica è come un castello di sabbia e le casse vuote sono la triste realtà.

Le ultime notizie danno un po' di speranza all'ambiente dato che sembra ormai certo che Il Monza passerà nelle prossime ore nelle mani di Dennis Bingham. L’imprenditore di origini britanniche, proprietario della Royal Pearl International, società di trasporti attiva in medioriente, pare aver raggiunto nelle scorse ore l’accordo definitivo con quello che sarebbe l’ormai ex presidente biancorosso Anthony Armstrong Emery.

Di conseguenza potrebbe essere scongiurata la penalizzazione per il mancato pagamento degli stipendi di settembre e ottobre (scadenza al 15 dicembre) e la messa in mora da parte dei calciatori.

Il Monza è allenato da Fulvio Pea, Il 47enne tecnico di Casalpusterlengo, ora residente a Savona, ha un palmarès interessante, avendo vinto lo scudetto, la Coppa Italia e la Supercoppa con la Primavera della Sampdoria e la Viareggio Cup con la Primavera dell’Inter; ha inoltre guidato in Serie B il Sassuolo, il Padova e la Juve Stabia con alterne fortune.

Monza-Arezzo sarà anche il confronto tra due tecnici che si assomigliano, Capuano e Pea, prediligono il 3-5-2, ma quello che li accomuna è la passione per il calcio, la capacità di motivare il gruppo e di esaltarsi nelle situazioni difficili.

Ventisei punti in classifica per i lombardi, quattro più dell'Arezzo, frutto di otto vittorie, due pareggi e cinque sconfitte. Il ruolino di marcia al Brianteo parla di quattro vittorie, un pareggio e due sconfitte.

L'Arezzo si troverà di fronte alla miglior difesa del girone, il Monza ha infatti subìto solo dodici reti e per la formazione del tecnico campano sarà un ulteriore problema vista la sterilità offensiva dell'Arezzo.

L'allenatore dell'Arezzo Eziolino Capuano dovrà fare a meno del centrocampista Imperio Carcione, appiedato per un turno dal Giudice Sportivo e del difensore Conti fuori per infortunio. Sono previste novità sul fronte della formazione iniziale, con Pisani e Campagna che dovrebbero partire dalla panchina, mentre il modulo tattico ricalcherà quello usato da Capuano in queste sedici giornate, con l'argentino Erpen alle spalle di Montini in fase offensiva e l'impiego di Millesi nella linea a tre difensiva assieme a Villagatti e Panariello. Centrocampo presumibilmente formato da Dettori, Coppola, Brumat, Cucciniello e Gambadori.

Ma le ultime rifiniture e le strategie tattiche di Mister Capuano potrebbero portare anche ad altre soluzioni.

ll match di domenica verrà arbitrato dal sig. Luca Colosimo della sezione AIA di Torino, assistito dai guardalinee Ilie Rizzato di Rovigo e Francesco Rossini di Padova. Per il fischietto piemontese è l'esordio tra i professionisti.

Dopo le due sconfitte consecutive, l'Arezzo è chiamato ad una prova di orgoglio, uscire dal Brianteo con un risultato utile sarebbe una ulteriore iniezione di fiducia in vista del big match della domenica successiva contro la corazzata Novara al CIttà di Arezzo.

Poi la sosta natalizia ed il mercato di gennaio che potrebbe regalarci un Arezzo più forte......

 

Riccardo Bonelli





01.07.2018 1290281

C'è aria nuova intorno all'Arezzo.Una nuova Società, nuovi programmi, tanto entusiasmo.

E dopo una annata da dimenticare in fretta, ci voleva questa aria di rinnovam [...]

Leggi Tutto
30.06.2018 1290281

DUE COMUNICATI CHE CERTIFICANO IL COMPLETAMENTO DEL MIRACOLO SPORTIVO ED ECONOMICO -

Orgogliosi di tutti coloro che hanno contribuito affinchè tutto questo potesse avvenire.

[...]

Leggi Tutto
25.06.2018 1290281

ECCOLO! Comunque esso sia, sarà il nostro biglietto da visita [...]

Leggi Tutto
22.06.2018 1290281

LOGO NUOVO... VITA NUOVA

I segnali di rinnovamento, lo dice l'economia, lo dice il marketing, passano anche dal rinnovamento di un logo, il principale mezzo comunicativo di una societ [...]

Leggi Tutto
22.06.2018 1290281

Dispiace per Cesena, per il Cesena, per i suoi tifosi e per il calcio in generale.
Ma come si fa ad avere accumulato un debito di 73 milioni di euro? 
Da quanto dura questa situa [...]

Leggi Tutto
13.06.2018 1290281

Il Direttore Generale Ermanno Pieroni ed il Presidente La Cava hanno dunque delineato le linee guida di quello che sarà il nuovo Arezzo ingaggiando un tecnico giovane, cha ha saputo lavorare [...]

Leggi Tutto