Le pentole scoperchiate

Questo è il calcio, le vittorie portano entusiasmo, vedi tutto rosa il resto non conta; le sconfitte scoperchiano le pentole ed i problemi straboccano.

Ad Arezzo, nel corso degli anni, è successo talmente di quelle volte che ho perso il conto per cui la cosa non mi trova impreparato

Ci sono tanti piccoli campanellini che stanno suonando, alcuni impercettibili, altri più sonori e non vorrei diventassero campane a meno che non suonino a festa.

PRESENZE - Partiamo dal pubblico presente al Città di Arezzo che, dopo il primo momento di entusiasmo per l'insperato ripescaggio, i primi risultati positivi è andato via via scemando ed il risultato numerico delle presenze contro il Como sono uno di quei campanellini di cui stavo parlando.

Gli ingredienti per pensare che sabato ci fossero molti piu spettatori c'erano tutti, il giorno e l'ora, una situazione climatica non disprezzabile, una avversaria, il Como, da considerarsi tra le migliori cinque del campionato e con nomi importanti,un Arezzo che in casa aveva appena battuto il Real Vicenza e che veniva da una sconfitta a Cremona figlia di episodici errori, ma che aveva visto la squadra di Mister Capuano giocare una partita che nove volte su dieci non la perdi.

Invece il Città di Arezzo sta perdendo pubblico, domenica dopo domenica e questo è un fattore storico; esiste lo zoccolo duro, quello per intendersi che viene sempre, qualsiasi  sia il giorno, il tempo metereologico, la categoria, l'avversario, poi ci sono quelli che, contagiati dall'entusiasmo e dalla curiosità, si aggregano allo zoccolo duro e se l'entusiasmo non è alimentato settimanalmente (cosa quasi impossibile) vanno via via disertando lo stadio.

 Infine ci sono quelli che le cose devono andare bene, ma proprio bene, il giorno e l'ora non deve vedere le proprie agendine occupate, il tempo deve essere bello, non troppo caldo ma nemmeno troppo freddo, assenza di vento, l'Arezzo deve venire da almeno due vittorie consecutive e l'avversaria deve essere di grido....e questi li abbiamo intravisti all'inizio, dopo Mantova e chissa' quando li rivedremo.

L'unica speranza per popolare il Città di Arezzo, va ricercato nella prossima campagna elettorale per l'elezione del sindaco, storicamente provato come il periodo popoli la tribuna...

TERRENO DEL COMUNALE - "Uno dei campi di calcio più belli d'Italia"...sapete chi lo disse? Uno dei giardinieri della Roma venuto a controllare il campo in vista di un Roma-Verona da giocarsi in campo neutro ad Arezzo. Venne per sistemarlo, se ne andò ammirato, pronunciando quelle parole e non toccando nulla...

Quello che un tempo era un manto erboso adesso si presenta come un campo di patate e se fosse venuto in questi giorni, si sarebbe messo le mani capelli e non avrebbe saputo da che parte farsi.

Mister Capuano sbaglia quando punta l'indice contro la Berretti, complice, a dir suo di aver coltrato a dovere il campo; l'erba del comunale ha sopportato di peggio, ha sopportato la siccità, la neve, le grandi piogge, ha sopportato gli allenamenti settimanali della prima squadra negli anni precedenti, ha sopportato le squadte femminili e pure la serie D, serie che propone, a volte, giocatori talmente scarsi che durante le partite erano più dediti a calciare il terreno anzichè il pallone.

La situazione drammatica attuale del terreno è da ricercarsi nella cattiva gestione della manutenzione da parte del proprietario dell'impianto (indovinate chi?). Urge che chi di dovere intervenga, senza rimpalli di responsabilità che oltretutto, su questo terreno sconnesso, risulterebbero imprecisi.

Oltretutto è un terreno che non si può vedere nel vero senso della parola dato che l'illuminazione attuale del Comunale è davvero ai minimi regolamentari a causa di molti faretti bruciati e anche per questa situazione ci vuole solo buona volontà, buonsenso  e... un elettricista.

IL CAMPIONATO DELL'AREZZO - Il cammino dell'Arezzo di Mister Capuano fino ad oggi è da considerarsi positivo, sia guardando come siamo partiti, sia guardando l'attuale posizione di classifica degli amaranto.

Ma i problemi non mancano, anche se affrontarli con questa situazione, risultano meno difficili da risolvere.

La squadra è incompleta e Capuano, dovendo fare di necessità virtù la può schierare in un solo modo possibile, quel 3-5-1-1 oramai noto e arcinoto che sta dando buoni frutti se rapportato al materiale tecnico a disposizione del Mister, ma che, al contrario di una fase difensiva tra le migliori del girone in quanto a gol subìti, ha delle lacune offensive evidenziate dai tredici gol segnati dopo sedici partite giocate, una sterilità offensiva frutto di una impostazione tattica che predilige la fase difensiva e dove il ruolo del centravanti, chiunque esso sia, è davvero complicato.

Diventa così una costante il fatto che quando l'Arezzo prende gol, il più delle volte perde la partita pur non demeritando, e questo fa rabbia.

Piccola digressione, per quanto riguarda il fatto che l'Arezzo segni quasi esclusivamente da palla inattiva; io considero le situazioni da fermo i gol segnati direttamente su punizione o rigore, altrimenti sono gol su schema, nati da un calcio d'angolo o di punizione... In questo caso la palla viene giocata da più di un giocatore.... E non è' più situazione di palla inattiva...altrimenti anche un fallo laterale o una rimessa del portiere può considerarsi situazione da palla inattiva…

QUELLO CHE SARA' - Ancora due partite, una a Monza e l'altra in casa con una delle favorite del torneo, il Novara grandi-nomi e potremo stilare il primo bilancio stagionale (che comunque sarà positivo), ci sarà la pausa natalizia che consentirà allo staff tecnico di completare la preparazione atletica della squadra, e a Capuano e Ciardullo di presentarsi alla finestra di gennaio del calciomercato per completare la rosa con il budget messo a disposizione del Presidente Ferretti che  non dovrebbe permettere certamente spese folli.

Il tecnico campano, dall'alto della sua esperienza e delle sue conoscenze,  sta già lavorando da tempo sulla questione, ha già sondato il terreno e parlato con i giocatori che gradirebbe portare in amaranto anche se poco trapela sui nomi, oltretutto Mister Capuano, vorrebbe provare anche nuove soluzione tattiche e di modulo per presentare anche un Arezzo con disposizioni diverse in campo.

Sappiamo soltanto che la ricerca della società è focalizzata su di un attaccante in grado di alzare la capacità realizzativa della squadra (Corona , Ginestra, Virdis, Evacuo sarebbero i più gettonati ma non sono esclusi nomi a sorpresa), di due esterni offensivi per dare più spinta , dato che gli schemi tattici previsti da Capuano prevedono due giocatori larghi in grado di alimentare, a turno, la fase offensiva (David Milinkovic, che si sta già allenando con l'Arezzo potrebbe essere uno di  questi).

Ci saranno anche dei movimenti in entrata per portare ad Arezzo un difensore con caratteristiche differenti dagli attuali (il nome dell'ultimo momento è quello di Simone Fautario, attualmente al Como), in attesa del rientro di Conti mentre a centrocampo la società cercherà di portare ad Arezzo giocatori tecnicamente validi e che possano essere di alternativa a Carcione e Dettori.

Il campionato di Lega Pro, dopo il mercato, sarà un nuovo campionato con alcune squadre che cambieranno completamente volto, ma non si ripartirà da zero ed il tesoretto di punti accumulato dall'Arezzo dovrà essere gestito nel migliore dei modi e la pentola di cui parlavo all'inizio dovrà essere portata ad ebollizione solo all'ultima giornata di campionato, ed allora sì che potrà essere scoperchiata...dall'entusiasmo!!

 

Riccardo Bonelli





17.09.2017 1290281

TALMENTE SURREALE LA SITUAZIONE, TALMENTE INDECIFRABILE LA SQUADRA, TALMENTE EVIDENTI I RISULTATI CHE  CREDO SIA MEGLIO FAR DI TUTTA UN’ERBA UN FASCIO, PERCHE’ LE COLPE SON [...]

Leggi Tutto
17.09.2017 1290281

Terza sconfitta su quattro partite giocate, nove gol subìti, in quattro partite, tanti troppi orrori difensivi in tutte e quattro le partite, poca parvenza di gioco…… naturalme [...]

Leggi Tutto
16.09.2017 1290281

Ci ho pensato e ripensato se scrivere questo articolo. Ci ho pensato e ripensato se scriverlo come Riccardo Bonelli o come Pianetamaranto.

Poi ho deciso di scriverlo e pubblicarlo sia com [...]

Leggi Tutto
16.09.2017 1290281

Quarta giornata di campionato, l'Arezzo sarà di scena a Piacenza in un avvio di stagione in chiaro/scuro, con due sconfitte casalinghe e una vittoria esterna per una squadra che ha mostr [...]

Leggi Tutto
09.09.2017 1290281

 

 

BORRA – 7,0 – Uno dei migliori in campo tra gli amaranto. Sette gol subìti in tre partite, un incubo, ma poco e niente sulla co [...]

Leggi Tutto
08.09.2017 1290281

IMBARAZZANTI

 

Imbarazzanti…. È il primo commento che viene a caldo per definire la prestazione dei giocatori amaranto contro la Pistoiese. Leggi Tutto